Alla scoperta degli antichi monasteri sparsi nella campagna a pochi chilometri dalla città. Tra mercatini, rievocazioni storiche, sagre e festival.

 L'abbazia di Chiaravalle.

L’abbazia di Chiaravalle.
@Stefano Trezzi CC-BY-SA-3.0

Spostandosi una manciata di km a Sud rispetto al centro di Milano, la città finisce all’improvviso per lasciare spazio ad uno scenario rurale, una campagna che alterna campi, canali e marcite, filari di pioppi e cascine. In quest’area, secoli fa furono erette abbazie, che, creando una fitta rete agricola, avviarono una trasformazione del panorama lombardo. Eppure alcune, capolavori di arte medievale, sono sconosciute agli stessi milanesi. Per questo, è nato la Strada delle Abbazie, progetto che, con la proposta di percorsi turistici, vuole promuovere il territorio attraverso la valorizzazione del patrimonio ecclesiastico tra Parco Agricolo Sud e Parco del Ticino.
CINQUE ITINERARI
Il progetto propone cinque itinerari attraverso le abbazie della provincia milanese. Oltre a quella di Chiaravalle, sono coinvolte anche le meno note abbazie di Mirasole, Morimondo e Viboldone, oltre alla basilica di Santa Maria in Calvenzano e le chiese di San Lorenzo in Monluè e di San Pietro in Gessate. In più, il progetto Strada delle Abbazie permette di abbinare la visita di questi luoghi a mercatini, rievocazioni storiche, sagre e festival di ogni genere, in modo da poter scoprire la storia e le tradizioni del territorio.
L’ABBAZIA DI CHIARAVALLE
L’abbazia più nota è quella di Chiaravalle, fondata nel 1135 da Bernardo di Clairvaux, che trasformò il terreno paludoso donatogli dal Comune in un centro di preghiera e poi in una florida azienda agricola. La torre campanaria, detta Ciribiciaccola, è una delle opere più importanti del gotico lombardo, ma di rilievo sono anche gli affreschi all’interno della chiesa, il coro ligneo e i graffiti del Bramante. L’abbazia di Chiaravalle si può scoprire con visite guidate tutte le domeniche, ad offerta libera.
L’ABBAZIA DI VIBOLDONE
L’abbazia di Viboldone, nell’omonima frazione di San Giuliano Milanese, ha uno stile sobrio impreziosito da un’incredibile serie di affreschi, tra i più importanti nell’Italia settentrionale del XIV secolo. Sono di chiara influenza giottesca e attribuiti dagli studiosi a pittori toscani rifugiatisi in Lombardia. Come Giusto de’Menabuoi. Ci sono visite guidate ogni sabato alle 15.30.

L'abbazia di Chiaravalle è la più nota tra quelle inserite nel progetto la Strada delle Abbazie @Stefano Trezzi CC-BY-SA-3.0

L’ABBAZIA DI MIRASOLE
Nel comune di Opera si trova l’abbazia di Mirasole, uno dei migliori esempi di monastero-cascina medievale, attorno a cui  fin dal XIII secolo si concentravano le attività della comunità. La chiesa è aperta per le funzioni religiose e la preghiera, il sabato e la domenica ci sono visite guidate nel chiostro.
L’ABBAZIA DI MORIMONDO
Al confine con la provincia di Pavia, la Strade delle Abbazie porta poi a Morimondo, dove si può visitare una delle abbazie cistercensi più antiche d’Italia. Il sabato e la domenica il tour guidato attraverso il chiostro e gli ambienti monastici costa 6 euro.
LA CHIESA DI SANTA MARIA IN CALVENZANO
Di fondazione cluniacense, la chiesa di Santa Maria in Calvenzano è per la tradizione il luogo in cui fu eseguita la condanna a morte del filosofo Boezio. Si trova nel comune di Vizzolo Predabissi ed ha una facciata tardo-quattrocentesca, mentre il portale conserva rilievi antecendenti di tre secoli.
LA CHIESA DI SAN LORENZO IN MONLUÈ
Tra le tappe della Strada delle Abbazie, c’è poi la chiesa di San Lorenzo in Monluè, lambita dalla A51 tangenziale Est: eretta nel 1267, si articola attorno a un’ampia corte agricola ed una visita è resa più interessante dal fatto che, verso il corso del Lambro, c’è un parco di prati, boschetti e sentieri percorribili a piedi o in bici.
LA CHIESA DI SAN PIETRO IN GESSATE
Si trova in pieno centro a Milano, infine, la chiesa di San Pietro in Gessate, costruita tra il 1447 e 1475. Danneggiata dai bombardamenti della seconda Guerra Mondiale, nelle cappelle conserva una preziosa documentazione della pittura lombarda del XV secolo.
COME SPOSTARSI
Come detto, sono cinque gli itinerari proposti dalla Strada delle Abbazie, ideali per gite di un giorno. Proponendo un percorso che coinvolge tutte e sette i luoghi religiosi in questione, si può partire dalla chiesa di San Pietro in Gessate, a meno di un km dal duomo. Proseguendo poi verso Monluè, tra la tangenziale Est e Linate. Continuando verso sud-est, imboccando proprio la A51, si arriva rapidamente a Chiaravalle, tra i quartieri Vigentino e Rogoredo. Nella stessa direzione, basta proseguire una manciata di km per arrivare prima a Viboldone e poi a Melegnano, nei cui pressi si trova la chiesa di Santa Maria in Calvenzano. Opera si trova invece più ad ovest. L’abbazia più lontana dal centro di Milano è poi quella di Morimondo, vicina ad Abbiategrasso.

Per informazioni: Strada delle abbazie
Monastero di Chiaravalle
Viboldone
Abbazia di Mirasole
Abbazia di Morimondo
Basilica di Santa Maria in Calvenzano

14 ottobre 2014