Incontaminate e a impatto ambientale zero. Sono sempre più le spiagge del Belpaese premiate, anche dall’Europa. Da Style43 un tour tra le migliori 5.

I 135 angoli di paradiso delle coste italianeAcque cristalline e rispetto per il territorio limitrofo, dal comune fino alla battigia. Le spiagge sono un patrimonio, naturalistico e turistico a cui l’Italia dedica da sempre grande attenzione. Da Nord a Sud, dal mar Tirreno allo Ionio, i lidi dello Stivale sono costantemente monitorati dalla Fondazione per l’educazione ambientale, che anche quest’anno ha assegnato i riconoscimenti per la stagione balneare 2013: le Bandiere Blu, i sigilli di qualità della Fondazione, hanno premiato 248 spiagge di 135 località di riviera, quattro in più rispetto alle 131 del 2012.
I CONTROLLI DELLE ACQUE PERIODICI. L’istituzione della Bandiera Blu intende riconoscere l’impegno delle amministrazioni comunali a rispettare l’ambiente e a salvaguardare questi piccoli angoli di paradiso, da cui l’Italia trae grande vanto gli occhi di tutto il mondo.  Gli indicatori presi in considerazione per poter assegnare il riconoscimento sono le acque eccellenti, i regolari campionamenti e l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, oltre al rispetto della raccolta differenziata e la presenza di vaste aree pedonali e piste ciclabili.
L’ITALIA IL PAESE EUROPEO CON PIÙ SPIAGGE. Ma le aree di balneazione italiane hanno superato a pieni voti anche l’esame europeo dell’Agenzia europea dell’ambiente. Il Belpaese – oltre ad avere il maggior numero di siti di balneazione dell’Unione europea, 5.509 su un totale di 22.184 –  rispetta nel 96,6% delle spiagge i requisiti obbligatori di qualità; il dato scende lievemente, al 91,6%, nel caso delle aree di balneazione di laghi e fiumi.
Con l’estate e le vacanze alla porta, non potevano esserci notizie migliori per l’Italia e per le sue località costiere. Style43 ne approfitta per accompagnarvi tra alcune delle più belle spiagge della Penisola e delle sue isole.

Il viaggio parte dalla Spiaggia dei Conigli, il fiore all’occhiello di Lampedusa, l’isola tra l’Italia e il continente africano. Medaglia d’ora al Travellers’ Choice Beaches Awards 2013, organizzato dal sito di viaggi Tripadvisor, la Spiaggia dei Conigli si distingue per la sabbia bianca finissima e una temperatura dell'acqua ideale: essendo molto bassa per circa 150 metri dalla spiaggia, l'acqua si mantiene sempre piuttosto calda. Proprio di fronte alla spiaggia c'è la piccola e omonima Isola dei Conigli, così vicina che è possibile raggiungerla ‘camminando’ in acqua. Se si vuole esplorarla con più attenzione, è possibile noleggiare una canoa con cui circumnavigarla in meno di un'ora, esplorando le caverne e osservando magari saraghi e piccoli tonni che nuotano nei pressi. Se si è particolarmente fortunati e interessati, alla fine di agosto si possono vedere anche tartarughe Caretta, la specie più comune nel Mediterraneo ma minacciata di estinzione.

18 dicembre 2013