Il Regno Unito ha lanciato un concorso d'architettura per creare la struttura pronta a essere installata all'Esposizione Universale del 2017.

0-1168726020-Expo-2017-Astana-3Expo Astana 2017 si avvicina a grandi passi e anche per questo l’UK Trade & Investment (UKTI) ha lanciato un concorso per la progettazione del Padiglione del Regno Unito in vista dell’Esposizione Universale in programma nella capitale del Kazakistan. Anche per questo il Governo ha stanziato un budget preliminare pari a 2 milioni di sterline, ben minore rispetto ai 6 e 26 spesi rispettivamente per la realizzazione delle strutture di Milano 2015 e Shangai 2010. Anche perché Astana è una delle esposizioni più piccoli e con una tematica molto specifica rispetto alle precedenti edizioni.

VISIBILITÀ MONDIALE
«Expo dà la possibilità di mostrare il meglio della creatività e dell’innovazione del Regno Unito a un pubblico globale. Non è esagerato dire che un Expo può fare il nome di un designer con l’esposizione mondiale del loro lavoro. Per questo vogliamo un Padiglione che si distingua, fornendo un’esperienza unica per i visitatori e che ci può aiutare a fornire il nostro programma di attività ambizioso», ha raccontato Charles Hendry, commissario Expo per il Regno Unito.

VERSO DUBAI 2020
Intanto, secondo la stampa britannica, il Regno Unito avrebbe intenzione di concentrare i propri sforzi su Dubai 2020. Il Padiglione, per quell’occasione, potrebbe avere un budget maggiore e (questo è praticamente certo) sarà ralizzato dallo studio Foster & Partners.

20 aprile 2016