Il passaggio ciclopedonale è lungo più di 50 metri e fa parte del progetto che prevede la relaizzazione di un canale che fornisca energia al sito espositivo.

evid-pezzoNella notte tra il 26 e il 27 novembre è stato eseguito il varo del tratto principale della passerella Vie d’Acqua Nord. Le operazioni sono durate circa sei ore e si sono svolte dopo la chiusura totale dell’autostrada A8 Milano-Laghi, tra i Comuni di Arese e Rho.
UN DOPPIO PERCORSO
Della lunghezza complessiva superiore ai 50 metri, il passaggio ciclopedonale messo in sito nella notte oltrepassa le due carreggiate. È costituito da due percorsi, pedonale e ciclabile.
 La struttura in carpenteria metallica, con parapetti bianchi, si pone come elemento semitrasparente e aereo, non opprimente nei confronti del tracciato autostradale.
RIQUALIFICARE LE AREE ABBANDONATE
La passerella è parte integrante del Progetto delle Vie d’Acqua Nord, che prevede la realizzazione di un canale che assicuri l’alimentazione idrica del Sito Espositivo, anche attraverso la ristrutturazione di canali esistenti e la creazione di un percorso fruitivo, grazie a interventi di riqualificazione delle aree in abbandono attraversate e alla sistemazione del verde.

28 novembre 2014