Presentato anche il treno che attraverserà l'Italia per promuovere la manifestazione con l'ausilio del Gruppo Mondadori.

Da destra Ernesto Mauri, ad Mondadori, Ornella Muti, ambasciatrice di 'Women for Expo', Giuseppe Sala, Commissario unico per Expo Milano 2015, Michele Mario Elia, ad di FS, posano accanto al treno ExpoEspress in partenza dalla stazione Santa Lucia, a Venezia.

Da destra Ernesto Mauri, ad Mondadori, Ornella Muti, ambasciatrice di ‘Women for Expo’, Giuseppe Sala, Commissario unico per Expo Milano 2015, Michele Mario Elia, ad di FS, posano accanto al treno ExpoEspress in partenza dalla stazione Santa Lucia, a Venezia.

Cultura di giorno, movida di sera. Saranno queste le due direttrici di Expo 2015 che inizierà il primo maggio 2015 il cui sito sarà aperto dalle 10 alle 23, così come ha confermato il Commissario unico governativo per l’evento Giuseppe Sala. In occasione della presentazione di ExpoExpress, il treno che attraverserà l’Italia per promuovere la manifestazione, il manager ha confermato che Expo «vive una fase positiva con il ritorno anche della Turchia con un grande padiglione. Puntiamo  a superare i 20 milioni di visitatori. Cinque milioni di biglietti sono già stati venduti, uno dei quali in Cina, e ora che tutto è avviato, a 40 settimane dall’inaugurazione lavoriamo sulla comunicazione».
UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE
Un progetto al quale ha aderito anche Mondadori che, attraverso l’amministratore delegato Ernesto Mauri, ha illustrato come il gruppo metterà a disposizione dell’evento un patrimonio editoriale e un know how unici in termini di contenuti e di valore dei brand. Le attività gratuite organizzate dai magazine Donna Moderna, Grazia, TuStyle, Starbene e Sale&Pepe a bordo di ExpoExpress si trasformeranno infatti in una piattaforma di comunicazione in grado di avvicinare, informare e sensibilizzare ogni cittadino e un pubblico esteso di lettori e appassionati sui temi di Expo Milano 2015.

1 settembre 2014