Grande festa per il National Day del Paese africano, che guarda al futuro e mira a sconfiggere la povertà.

AV8Q9288«L’Esposizione Universale di Milano è un grande evento e rappresenta un’occasione unica per mostrare al mondo come ciascun Paese contribuisce al raggiungimento dell’obiettivo della sicurezza alimentare, attraverso progetti e modalità che siano sempre più sostenibili». Parola di Uhuru Kenyatta, Presidente della Repubblica del Kenya, che ha avuto l’onore di inaugurare le celebrazioni per il National Day del Paese africano alla presenza del Ministro della Giustizia Andrea Orlando e il Commissario Unico Giuseppe Sala.

COMBATTERE LA POVERTÀ
Kenyatta ha proseguito il suo discorso ringraziando calorosamente l’organizzazione di Expo 2015 e il popolo italiano per la sua accoglienza. E si è detto molto felice di poter invitare tutto il mondo alla scoperta del suo Paese, di cui il padiglione offre un assaggio grazie a suoni, colori e sapori. E non solo: «Siete benvenuti nel nostro Padiglione per scoprirne anche come il Kenya cerca di garantire una sempre migliore qualità di vita alla sua popolazione attraverso una produzione alimentare sostenibile e perseguendo l’obiettivo della lotta alla povertà».

IMPRESA E PROGRESSO
Che il Kenya sia una terra dalle illimitate possibilità è stato ribadito anche dal Ministro della Giustizia Andrea Orlando. Nè bisogna sottovalutare le opportunità di investimento che offre la nazione africana alle imprese italiane. L’obiettivo comune deve consistere nello sradicare la povertà dal mondo e favorire un crescente sviluppo sociale». Le delegazioni dei due paesi hanno, infine, raggiunto il Padiglione, all’interno del Cluster del Caffè, dove sono proseguite le festose esibizioni musicali e dove sono state offerte degustazioni di piatti tradizionali, e Palazzo Italia per una visita.

8 settembre 2015