Il giardino verticale di Israele, la collina della Bielorussia, i semi della Malesia. Ecco le strutture che hanno puntato maggiormente sull'ambiente.

ISRAELE. L'elemento caratterizzante del padiglione israeliano è la parete esterna lunga settanta metri e alta 12, completamente ricoperta di piante vive. È il 'giardino verticale', i cui fiori e colori sono destinati a cambiare con il passare delle stagioni. Grazie ai migliori strumenti e metodi di edutainment (che vedono come protagonista la modella e attrice Moran Atias), la struttura offre ai visitatori un viaggio nell’ingegneria agricola con uno sguardo verso il futuro, raccontando la storia di uno stato giovane ma che attraverso lavoro, ricerca e sviluppo ha saputo rendere fertili molti dei suoi terreni in prevalenza aridi.

Matteo Innocenti
14 maggio 2015