Da Piazzetta Piacenza sino agli erogatori per l'acqua. Ecco dove hanno trovato posto alcuni dei pezzi pregiati di Expo.

maxresdefaultNonostante sia finita ormai da tempo, a Milano si respira ancora aria di Expo. Merito anche e soprattutto delle tante attrezzature che sono state ricollocate nel capoluogo lombardo. Non ultima Piazzetta Piacenza pronta a rimanere in città, l’area progettata dal team piacentino di giovani architetti e studenti del Politecnico, è infatti stata ceduta gratuitamente. La decisione è arrivata in accordo tra i rappresentanti di Arexpo, la nuova società che gestisce l’ex area dove sorgeva il Sito espositivo, e Ats, azienda che deteneva i diritti sulla struttura. Ma la Grande Zolla piacentina non è l’unica struttura pronta a rimanere nel milanese.

ACQUA FRESCA
Due nuovi erogatori, già presenti nei sei mesi di Expo lungo il Decumano, sono infatti stati installati in via Omero (zona 4) e via Appennini (zona 8). I due impianti consentono a più utenti di fruire in contemporanea del servizio attraverso otto erogatori. Salgono così a 14 le case dell’acqua attive in città. Da quando sono stati inaugurati i primi impianti nel marzo 2013, sono stati 4.655.823 i litri di acqua prelevati complessivamente. Questo ha permesso di risparmiare 145 chilogrammi di CO2 e 125 mila chilogrammi di Pet, la plastica con cui sono fabbricati bottiglie e bicchieri.

RISTORANTE DA ESPOSIZIONE
Attinge all’esperienza di Expo anche il nuovo locale costruito all’interno del centro commerciale La Fattoria di Rovigo. La struttura propone un mix di caffetteria, snack e cucina con menu ispirati alla tradizione gastronomica italiana e bilanciati sul piano nutrizionale. Con 180 posti a sedere e uno staff di 18 persone, questo nuovo locale è pronto con una proposta gastronomica veloce ma genuina. Nell’era digitale non potevano mancare anche le postazioni per la navigazione online libera con Wi-Fi e i corner per ricaricare in sicurezza cellulari e tablet.
(Clicca qui per scoprire che fine hanno fatto tutti i Padiglioni)

4 luglio 2016