Il ritrovato tecnologico, già presente nella struttura della Regione Emilia-Romagna, è stato reinstallato nella stazione di Bologna per accogliere i turisti.

totemIl totem tecnologico che la Regione Emilia-Romagna aveva installato a Expo Milano è tornato a casa. La struttura, usata durante i sei mesi dell’Esposizione milanese per far conoscere ai visitatori di tutto il mondo le eccellenze gastronomiche, turistiche, storiche e industriali del territorio, è stata reinstallata nella sala d’attesa della stazione Alta velocità di Bologna. Un accordo di un anno con la possibilità di rinnovare l’accordo se l’esperimento dovesse funzionare.
«Tutte le icone e le informazioni visibili sul touch screen conterranno indicazioni a carattere unicamente istituzionale, con esclusione di qualsiasi tipo di promozione di marchi o prodotti di imprese private», assicura la delibera approvata lunedì 6 giugno 2016 dalla Giunta Bonaccini. La regione ha anche stanziato 40 mila euro per «la revisione, installazione e manutenzione del totem» per un anno.

COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE
La Regione ha pensato al riuso del totem tecnologico anche dopo Expo poiché «rappresenta uno straordinario strumento di comunicazione caratterizzato da grande versatilità, aggiornabile in tempo reale, che rende possibile la promozione tempestiva e a basso costo anche di eventi, iniziative, manifestazioni programmate e, in particolare, per la promozione del turismo regionale». Ma la Giunta Bonaccini ha puntato sulla valorizzazione di questa tecnologia anche per «non disperdere le risorse pubbliche investite» per realizzare sia il totem sia il «ricco data base di informazioni inserite».

A EXPO
Situato nel Cluster riservato all’Emilia Romagna, il totem accoglieva i numerosi visitatori di Expo raccontando le bellezze di un territorio che dal mare si allunga sino all’appennino. Dalle aziende storiche alle prelibatezze enogastronomiche, passando per monumenti storici e paesaggi. Un database vastissimo di informazioni che aveva fatto le fortune della struttura della regione.

14 giugno 2016