Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Giacomo Balla: Genio Futurista. L’arazzo rappresenta la spinta innovativa inneggiata dal movimento futurista, di cui Balla indirizzò fortemente le teorie pittoriche. L’arte non è rappresentazione ma azione concreta, traducendosi in un’idea di modernità denunciata con lo schematismo della figura umana. L’arazzo, creato nel 1925, testimonia l’interpretazione dei rapporti universali attraverso l’intelletto e le forme e i colori puri. Dov’è: Palazzo Italia

26 giugno 2015