Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Renato Guttuso: Vucciria. Il mercato di Palermo (dipinto nel 1974) racconta l’anima della città con un realismo crudo, dai colori sanguigni e dal lento dinamismo della folla tra i banchi. L’artista, padre della cosiddetta arte sociale, esalta la schiettezza espressiva della carne appesa in primo piano e dei prodotti più comuni nella cucina siciliana tratteggiando un’immagine forte e decisa di Palermo. Dov’è: Palazzo Italia

26 giugno 2015