Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Tintoretto: L’ultima Cena. Jacopo Robusti, detto Tintoretto, fu l’ultimo grande esponente della scuola veneziana del Rinascimento italiano. L’ambientazione domestica in cui spiccano in primo piano delle figure comuni, la drammaticità della prospettiva, dell’uso plastico della luce e il forte contrasto chiaro-scurale, quasi teatrale, lasciano intravedere i primi accenni della linguistica barocca. La magnifica opera è del 1592 – 1594. Dov’è: Padiglione Santa Sede (fino a fine luglio)

26 giugno 2015