Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Umberto Boccioni: Le Officine Di Porta Romana. L’opera (del 1910) rappresenta una città nel pieno dello sviluppo della società industriale, la vita urbana cambia, diventa più frenetica, velocizzata dal progresso. L’artista, esponente del movimento futurista, assorbe la tecnica divisionista per celebrare il paesaggio periferico della metropoli industriale, illuminata da una luce cristallina che ne esalta le ombre degli operai e le case in costruzione. Dov’è: Waterstone/Intesanpaolo

26 giugno 2015