Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

La Macchina di Santa Rosa. Ecco l’unico monumento italiano trasportato e ricostruito negli spazi dell’Esposizione Universale. È il simbolo della processione che ogni anno, fin dal Medio Evo, si svolge a Viterbo. Una volta era di legno, ferro e cartapesta, ora è realizzata in metalli leggeri e in materiali moderni come la vetroresina. A partire dai primi anni del ’900 è diventata una struttura elicoidale alta quasi 30 metri sovrastata dalla statua di Santa Rosa, del peso di 5mila chili. Dov’è: Parco delle Sculture, Padiglione Eataly

26 giugno 2015