Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Luigi Serafini: Donna Carota. L’opera oggetto di scandalo per il nudo esplicito del corpo della donna, che progressivamente abbandona le fattezze umane per diventare carota, vorrebbe riproporre in chiave moderna il mito di Persefone, figlia di Demetra e di Zeus. L’artista tendente in tutte le sue espressioni al bizzarro e all’allegoria dei mutaforma, raccolte nel bestiario contemporaneo intitolato Codex Seraphinianus. Dov’è: Parco delle Sculture, Padiglione Eataly

26 giugno 2015