Dipinti, sculture, installazioni. Così gli artisti di tutto il mondo hanno raccontato il fascino della vita attraverso le loro creazioni.

evid-pezzoNon solo cibo. L’Esposizione Universale è anche lo scrigno che contiene opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Un linguaggio condiviso per descrivere l’identità di un Paese. E così gli artisti  hanno fornito il loro contributo al semestre espositivo con tutte le opere che meglio descrivono la loro epoca e la loro società all’insegna della bellezza della vita.

Arts & Foods. Rituali dal 1851. La multiforme relazione fra le arti e il cibo è ripercorsa e analizzata nell’unica Area tematica di Expo Milano 2015 in città, negli spazi della Triennale – 7.000 metri quadrati circa tra edificio e giardino. Arts & Foods. Rituali dal 1851 mette a fuoco la pluralità di linguaggi visuali e plastici, oggettuali e ambientali che dal 1851, anno della prima Expo a Londra, fino ad oggi hanno ruotato intorno al cibo, alla nutrizione e alla convivialità. La mostra internazionale curata da Germano Celant fa ricorso a differenti media così da offrire un attraversamento temporale, dallo storico al contemporaneo, di tutti i livelli di espressività, creatività e comunicazione espressi in tutte le aree culturali. È visitabile gratuitamente con il Dov'è: La Triennale di Milano, viale Alemagna 6, visitabile gratuitamente con il biglietto di Expo.

26 giugno 2015