Circa 30 dipinti della Regione requisiti dal condottiero francese costituiscono il cuore del progetto della regione, protagonista alla Pinacoteca di Brera di Milano.

evid-pezzoUna trentina di dipinti, fra cui la Pala Montefeltro di Piero della Francesca, requisiti nelle Marche da Napoleone, sono il cuore del progetto “Scopri le Marche a Brera” che la Regione, in collaborazione con la Pinacoteca di Brera, propone come corollario artistico della sua partecipazione a Expo.

NAPOLEONE VOLEVA CREARE UN ‘LOUVRE ITALIANO’
Si tratta di un itinerario, anche virtuale, tra le opere d’arte marchigiane che da circa due secoli sono esposte alla Pinacoteca di Brera. Bonaparte voleva infatti creare a Milano un unico grande museo, un ‘Louvre italiano’, rappresentativo della storia pittorica italiana. Dipinti ‘eccellenti’ giunsero a nel polo museale dal Veneto, dall’Emilia, dalla Romagna e dalle Marche, ma fu proprio quest’ultima regione a dare, suo malgrado, il contributo più corposo. Fra i sussidi didattici a disposizione dei visitatori c’è un video che virtualmente collega le opere nelle sale ai luoghi di provenienza: centri storici, chiese e palazzi.

8 giugno 2015