Dai mercatini all'insegna del made in Italy ai nuovi ristoranti alla Scala e in Triennale. Il cibo è protagonista in tutta la città.

evid-pezzo

‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’ è il tema attorno al quale è nata Expo 2015 con padiglioni e iniziative legate all’alimentazione sostenibile. Ma il cibo è protagonista anche fuori dal polo fieristico con tanti eventi in città pronti a coinvolgere i cittadini e i milioni di visitatori attesi nel capoluogo lombardo. Da maggio a settembre ecco il ‘Mercato Metropolitano’ con il meglio del made in Italy alimentare a Porta Genova, nella zona dei Navigli, che ha riunito 128 organizzazioni di produttori ortofrutticoli, una vetrina di 15 mila mq tra materie prime ricercate, prodotti lavorati e le ultime proposte legate al mondo del cibo e dell’agricoltura.
DEGUSTAZIONI MA ANCHE ATTIVITÀ DI INTRATTENIMENTO
Sono due gli obiettivi dell’iniziativa: fornire a Milano uno spazio dove i piccoli artigiani dell’agroalimentare e non possano essere rappresentati durante l’Expo e creare uno nuovo modello di acquisto sostenibile, un vero mercato, non un negozio di lusso, studiato per offrire una filiera corta, prodotti freschi, bontà a prezzi accessibili. L’area è stata recuperata da un ex deposito ferroviario e dal suo parcheggio, dove nello spazio interno di 1.200 mq è ospitato il mercato agricolo coperto con l’area del fresco e della gastronomia e di somministrazione. All’esterno invece, in 14 mila mq ci sarà spazio per 100 piccoli negozi indipendenti di esposizione e vendita di consorzi Dop e Igp, produttori diretti e orti urbani. Protagoniste sono le eccellenze della tradizione gastronomica vendute direttamente dai produttori, coltivatori, artigiani e piccole aziende, con ampi spazi dedicati ad eventi e corsi di cucina, di agricoltura urbana, di artigianato, di attività formative per bambini e ragazzi e manifestazioni gastronomiche, fiere e degustazioni, oltre ad attività culturali e di intrattenimento, con cinema, mostre, spettacoli e concerti.
TRIENNALE, CIBO IN MOSTRA E IN TAVOLA
Nell’affascinante scenario della Triennale di Milano, tra una mostra e un allestimento sarà possibile anche pranzare e cenare all”osteria con vista’ gestita dallo chef Stefano Cevenini, che ha conquistato una stella Michelin con il suo ristorante in Franciacorta ‘Due colombe al borgo antico’. Si tratta di un ritorno alle origini visto che quando la fu inaugurata nel 1933, l’ideatore del palazzo volle che gli invitati mangiassero in terrazza. Da allora non è stato più possibile farlo. Dal mese di aprile, lo spazio culturale ospita la mostra ‘Arts And Foods’, diventando di fatto l’unico padiglione dell’Esposizione qall’sterno del sito di Rho. E per tutti i sei mesi della manifestazione resterà aperta ogni giorno dalle 10 alle 23. Dal ristorante, che ha 50 coperti al chiuso (che in estate con il dehors diventano 120) è possibile ammirare dall’alto il vicino Castello sforzesco, il parco Sempione ma anche il nuovo Skyline di grattacieli della città. Il progetto architettonico ha anche previsto una sorta di serra sospesa con carpenteria in acciaio, grandi vetrate e anche un orto aromatico. I prezzi medi previsti sono di 30 euro a pranzo e 50-70 alla sera compreso il tradizionale aperitivo. Un altro luogo simbolo della città all’insegna del cibo. I
IL CAFFÈ DALLA PASTICCERIA COVA
La storica pasticceria Cova di via Montenapoleone si occuperà di fare il caffè agli 80 coperti sotto la tettoia dei giardini dell’Arte e una lunga tavolata ‘sociale’, che comprende anche un’isola nel giardino, ombreggiata da una struttura in stoffa per tutta la durata dell’Esposizione.
AL TEATRO ‘ALLA SCALA’ CON I GIOVANI CHEF
Ha aperto in piazza della Scala ‘Priceless Milano’, ristorante allestito per i sei mesi espositivi a Palazzo Beltrami, sede di Gallerie d’Italia e polo museale di Intesa Sanpaolo con 24 posti a sedere. 35 giovani chef si alterneranno per un ‘teatro gastronomico’ nel segno della food experience e dell’eccellenza gastronomica.
PIZZA DA GUINNESS
Domenica 21 giugno, all’interno di Expo 2015, è previsto il tentativo di battere il Guinness dei primati con la pizza più lunga del mondo. L’impresa avverrà lungo il Decumano, una delle direttrici più lunghe del polo espositivo. Il record attuale è di un chilometro e 300 metri. La mega-pizza sarà sponsorizzata da tutte quelle aziende che producono pomodoro e che saranno presenti in Fiera.

15 aprile 2015