Il gruppo, polo distributivo del turismo, ha intenzione di stringere accordi con diversi Paesi di tutto il mondo in vista di Expo.

evid-pezzoPer i mesi dell’Expo il gruppo Uvet ha prenotato un milione di posti letto, pari a oltre 3 mila camere al giorno. Di queste, 2 mila sono a Milano e rappresentano più del 10% della capacità ricettiva in città come ha confermato il presidente del gruppo Luca Patanè, in occasione del Biz Travel Forum, l’appuntamento annuale della business community italiana, organizzato da Uvet American Express.
CONTRATTO FIRMATO CON IL PADIGLIONE STATUNITENSE
Il gruppo, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,2 miliardi, sta inoltre trattando con una ventina di Paesi per la gestione di servizi, come logistica, personale ed eventi di aziende sponsor, di altrettanti padiglioni. «Entro la fine dell’anno contiamo di chiudere 18 agreement» ha spiegato Patanè, ricordando che il primo contratto importante è già stato firmato per il padiglione statunitense. «L’obiettivo di medio termine è di sviluppare relazioni con Paesi asiatici, africani, sudamericani, che non conoscono bene l’Italia, per creare flussi turistici integrati e durevoli nel tempo».
VENDUTO IL 25% DEI TICKET ACQUISTATI
Sulle vendite dei biglietti per Expo, Patané ha spiegato che sui 500 mila acquistati da Uvet, per ora “ne abbiamo venduti il 25%”. Il gruppo ha inoltre l’opzione di incrementare fino a 600 mila i biglietti pre-acquistati.

26 novembre 2014